Leggere è un piacere a cui nessuno dovrebbe mai rinunciare, ma è molto importante farlo nel modo giusto. Per modo giusto non si intende di certo il tipo di lettura, ma piuttosto le modalità della lettura, nella fattispecie in rapporto alla luce. La luce è determinante durante la lettura, ma è anche importante per salvaguardare la nostra vista e non andare ad affaticarla.

Non leggete al buio

La luce soffusa, certamente, fa ambiente, per cui a seconda di ciò che si sta leggendo si è portati a scegliere di illuminare poco la stanza in cui ci si trova. Questa è una pessima abitudine perché con una luce flebile la vista si sforza eccessivamente. Meglio quindi non affaticarla e optare per altri tipi di illuminazione, vediamoli.

Luce chiara, ma non troppo “sparata”

Per una buona lettura non occorre illuminare a giorno la stanza, va bene anche utilizzare un applique in es artedisgn, funzionale ed esteticamente valido, in modo da avere un’illuminazione quanto più naturale possibile. Se la luce è troppo diretta può riflettere sulle pagine (dipende dal tipo di carta, finitura e inchiostro) e rendere difficoltosa la lettura, il risultato sarà che si smetterà di leggere in breve tempo perché l’occhio si affatica e ci si distrae dalla lettura.

Lampada da tavolo

La lampada da tavolo è un’ottima soluzione, la luce giusta per la lettura, non a caso anche nelle biblioteche l’illuminazione è organizzata con questi supporti. L’importante è che sia una luce antiriflesso, ben regolata, bianca, ma non troppo. Bisogna anche stare attenti a come si posiziona la lampada in modo da non creare fastidiose ombre sulla pagina. In ogni caso è bene che la lampadina non sia a vista perché potrebbe abbagliare in caso si possa posare lo sguardo involontariamente.

Le clip da PC non vanno bene

atmosfera lettura-01Meglio non leggere con una lucina a clip, per intenderci, sono quelle che, generalmente, si utilizzano per illuminare la tastiera dei pc. Queste luci, infatti, sono solo un ausilio, per cui non illuminano in modo sufficiente la pagina, in altre parole, non sono fatte per la lettura. Si possono invece utilizzare se nell’ambiente vi è già un’altra fonte di illuminazione.

Non posizionate la luce alle spalle

L’illuminazione non dovrebbe mai essere posizionata alle vostre spalle perché inevitabilmente proietterà la vostra ombra proprio sulle pagine rendendo la lettura assolutamente fastidiosa.

Niente luci colorate

Evitate anche le luci colorate perché non illuminano a sufficienza. Certo, l’effetto è piacevole, l’ambiente diventa molto soft, rilassante, ma i vostri occhi inizieranno a patire l’eccessivo sforzo. Stessa cosa vale per l’effetto “romantico”. Se l’idea di illuminare l’ambiente con delle candele vi tenta, lasciate perdere perché non vi è nulla di peggio del lume di candela per affaticare la vista. Ringraziamo che esiste l’illuminazione elettrica e sfruttiamola nel giusto modo.