Da diversi anni a questa parte, sul web si parla sempre di più di corsi di seduzione. Come funzionano questi iter formativi? A chi sono dedicati e come sono strutturati? Nelle prossime righe, abbiamo riassunto alcune informazioni al proposito che speriamo possano esserti utili.

Corsi di seduzione: quali sono le basi

La direzione che stanno prendendo sempre di più i formatori che si occupano di corsi di seduzione riguarda il fatto di mettere da parte la fornitura di protocolli standard. Dal momento che la seduzione si basa su un cambiamento mentale e che la mente è diversa da persona a persona, i formatori migliori, come per esempio quelli di Inattraction.com, agiscono in maniera personalizzata, con lo scopo di evitare che, a lungo andare, i discenti seguano dei percorsi non coerenti con la loro identità.

L’importanza della pratica

Quando ci si chiede come è strutturato un corso di seduzione è il caso di rammentare che, a prescindere dal singolo percorso messo a punto dai trainer, un aspetto cruciale da considerare è la praticità. La seduzione, come già detto è legata a un cambiamento dello schema mentale, richiede una riprova pratica dei passi fatti.

Per questo motivo, i discenti che decidono di frequentare un corso di seduzione dopo la parte teorica ‘scendono in campo’ per mettersi alla prova a livello concreto, con l’istruttore vicino pronto a intervenire per correggere il tiro.

Corsi… e non solo!

Il mondo di oggi, caratterizzato da un’oggettiva fluidità delle relazioni e, nel contempo, da uomini spesso insicuri della propria virilità e desiderosi di conoscere persone, vede una richiesta molto più alta rispetto al passato di consigli su come sedurre e su come superare i propri limiti.

Come sopra ricordato, l’offerta formativa attuale è molto alta e comprende non solo i corsi, ma anche i bootcamp. Cosa sono di preciso? La prima cosa da dire al proposito è che si tratta di esperienza a carattere collettivo, dove interviene un numero di studenti compreso da 2 a 4. L’oggettivo vantaggio di questa scelta riguarda la possibilità di avere, per più giorni, l’istruttore a propria disposizione.

Per chi sono i corsi di seduzione?

A questo punto, è naturale chiedersi per chi siano i corsi di seduzione. Per rispondere a questa domanda, è opportuno interrogarsi su diversi punti. Il primo riguarda il fatto di chiedersi se sia ha o no un approccio ansioso quando si interagisce con l’altro sesso.

Un’altra domanda da farsi riguarda le maschere: si tende a indossarle spesso quando si hanno rapporti con l’altro sesso? Se la risposta in questione è affermativa, è davvero il caso di valutare la frequenza di un corso di seduzione. Chi ha l’abitudine di indossare una maschera per nascondere la sua vera natura quando interagisce con donne, crea non poca confusione dal punto di vista della comunicazione, soprattutto per via della creazione di aspettative false nell’altra persona.

Proseguendo con le situazioni in cui può essere consigliata la frequenza di un corso di seduzione, è il caso di ricordare le situazioni in cui si ha intenzione di conoscersi meglio e, per esempio, di individuare il proprio stile di seduzione, che può essere più o meno fisico/basato sullo sguardo.

Quanto costa un corso di seduzione?

Non esiste un prezzo standard per i corsi di seduzione. Si parte dalle poche decine di euro all’ora per le consulenze per arrivare alle diverse centinaia di euro per i bootcamp di qualche giorno.

Conclusioni

Non esiste uno schema preciso del corso di seduzione e non si può parlare di utente tipo. Di certo c’è che, unendo principi delle scienze sociali a focus sulla comunicazione non verbale, è possibile usufruire di percorsi che permettono di migliorare notevolmente la propria confidenza con l’altro sesso sia dal vivo, sia in quel contesto sempre più importante al giorno d’oggi che è l’interazione online attraverso app di messaggistica istantanea come WhatsApp.