Un’abitazione rappresenta molto più del luogo in cui si fa ritorno ogni sera per mangiare e dormire. È una zona sicura, un posto accogliente, la manifestazione esterna del nostro modo di vedere il mondo: ecco perché arredare una casa – sia essa di nuova costruzione o meno – non è mai davvero semplice. Perché sono tantissimi gli elementi da far collimare, sono incredibili le combinazioni possibili e le variabili a nostra disposizione in questo compito.

Tante, che talvolta il proposito può trasformarsi addirittura in un’ardua impresa. Sono infatti molteplici gli ostacoli da superare, e non solamente quelli esterni: mettere ordine tra le innumerevoli idee presenti nella nostra testa non è compito facile, in particolare in un’era come la nostra che ci offre davvero possibilità infinite a livello di stile da seguire, di accessori da posizionare e quant’altro. Ecco perché gli esperti del settore hanno cominciato a formarsi, specializzarsi e scrivere addirittura dei libri sull’argomento.

Perché affidarsi a un libro

Perché i libri non sono scritti da persone che vantano una conoscenza pari alla nostra di quell’argomento, ma da veri e propri specialisti: come dicevamo in precedenza, è nata una serie di specialisti per l’arredamento delle case, i quali si distinguono per una serie di nozioni e per uno spiccato gusto. Potremmo dire insomma che farci consigliare da un arredatore rappresenti una sorta di certezza nella nostra opera di arredamento dell’immobile.

In particolare per mantenere quell’impressione di unicità e di rappresentanza di noi stessi che vogliamo che la nostra casa sprigioni al primo colpo. Affidarsi ad un arredatore per un appartamento è un po’ come rivolgersi a un sarto per confezionare un vestito: il risultato sarà certamente unico al mondo, perché tagliato e “costruito” esattamente su misura per noi. Certamente esistono nel mondo tantissimi possibili abiti (e così, arredamenti), molti dei quali potrebbero rispecchiare anche i nostri gusti, ma nessuno garantirà mai un risultato finale pari a quello.

Questo anche perché non tutte le decisioni sono così immediate, e molte meritano una valutazione più tecnica di quella che noi potremmo eseguire: non è affatto scontato per esempio il ragionamento per cui scegliere un lampadario moderno, o decidere di utilizzare determinati materiali piuttosto che altri a seconda dell’ambiente della casa in questione. Sono parecchi i punti che, svolgendo tutto il lavoro in solitaria, possono presentarsi come spinosi.

I migliori libri sull’arredamento casa: l’elenco

Andiamo allora adesso ad osservare un elenco di dieci libri, che negli ultimi anni sono risultati essere i più consultati e venduti – e di conseguenza i più apprezzati – per quanto riguarda questo specifico settore. Come vedremo, riguardano davvero molti campi dell’arredamento, ai quali magari di primo acchito non avevamo nemmeno pensato:

  • Interior design. Dall’ideazione al progetto
  • Enciclopedia degli schemi di colore e di superficie
  • Storia dell’arredamento. Dal ‘400 al ‘900
  • La filosofia dell’arredamento. I mutamenti del gusto nella decorazione interna attraverso i secoli
  • La casa su misura. 100 schede pratiche per arredare. 1000 disegni tecnici per progettare
  • Design e identità – Progettare per i luoghi
  • La filosofia dell’arredamento
  • La casa di charme
  • Small + Smart Interiors
  • Giardini interni. Idee e ispirazioni per un giardino dentro casa

Come possiamo osservare la varietà di tematiche è evidente: si tratta davvero di un ambito che può trarre in inganno, poiché può risultare piuttosto semplice a dirsi ma ad un’attenta analisi veramente complesso e diviso in una miriade di sottosettori. Ecco per quale motivo non è necessario, ma è certamente consigliato affidarsi ad un professionista. Se non con un contatto diretto, decisione più che legittima, perlomeno seguendo le sue indicazioni su carta stampata.