Tra le peggiori paure che una persona possa vivere, soprattutto in questo periodo in cui è alta la competitività nella società, è quella di fallire. Un simile malessere, psicologico ed emotivo, che ovviamente si ripercuote anche sul proprio corpo, porta la persona in questione a stare lontana dalle sfide, in pratica non ci si mette in gioco. Ma vale la pena non averci mai provato solo per paura?

In realtà aprirsi una porta sul mondo vuol dire considerare i pro e i contro, e vuol dire soprattutto  esser pronti anche ad accettare la chance di non avercela fatta. Questo discorso vale nel mondo del lavoro ma anche nell’amore. Pensa infatti a quante volte hai pensato di frequentare un corso di seduzione per avere più possibilità di farcela. Il che va più che bene. Ma quanto davvero sei pronto a metterti in gioco? Quanto sei pronto a metterti in discussione?

Considera il fallimento come ultima spiaggia

Cerca di considerare il fallimento come ultima spiaggia. Pensa al fatto che mettendoti in gioco ci sia più probabilità di farcela che di non farcela. Sicuramente è giusto anche considerare fin dove puoi arrivare e dove invece rischi di fermarti, ma se il gioco vale la candela, sarà meglio provarci

Qualunque sia la situazione che ti spinge a provarci, sappi che ci sono degli accorgimenti preventivi che puoi impiegare per incanalarti verso la giusta direzione. Al contempo esistono anche dei provvedimenti per rivedere il proprio percorso, o per rialzarsi e tornare in gioco anche se qualcosa non dovesse qndare come avevi previsto.

Come superare la paura di fallire

Dopo aver assunto una visione positiva della situazione, vedrai che la mentalità diventa più giusta e propositiva. Prima ancora di esaminare tutto quello che fisicamente e visibilmente ti circonda, devi pensare sempre ad un bicchiere mezzo pieno. Viceversa, guardando tutto nero, ti attiri addosso da solo la sfortuna.

Continuando su questa lunghezza d’onda ti conviene anche essere umile e riconoscere di aver bisogno di aiuto. Anche questo vuol dire mettersi in discussione. Non puoi pensare e avere la presunzione di riuscire a fare tutto da solo. Quindi confidati con un amico, con un fratello, con la madre. Anche spiegando loro le paure che hai, ci sarà qualcuno che crederà in te e nelle tue capacità e ti darà la spinta giusta per provarci.

Impara ad affrontare la paura

Avere paura vuol dire nascondersi, ma per quanto ancora continuerai così? Le paure vanno affrontate vanno superate, sbagliando, cadendo e rialzandosi. Non ci sono scuse che possano bloccarti. Tu sai quanto vali e se non lo sari provaci ugualmente. Devi solo avere più fiducia in te e soprattutto non devi farti abbattere dai possibili errori.

E a proposito di errori, lo sai che un proverbio recita “errare è umano”? Ebbene gli sbagli fanno 9arte della vita, e sappi che nessuno è perfetto. Se ti stai domandando cosa accadrà quando sbaglierai, semplicemente ci riproverai. Se tutti ci riuscissero al primo tentativo, questo sarebbe un mondo su misura per noi e invece gli ostacoli ci sono per tutti. A fare la differenza è come si reagisce a questi errori.

Detto quanto non ti resta che superare tutte le tue paure. In fondo basta poco, basta credere 8n sé stessi. E se hai dubbi su te e su come può andare la cosa, non c’è soluzione che può reggere se non quella di fare un tentativo. Mal che vada potrai dire di averci provato, potrai dire di averci messo il cuore e l’anima in quello che desideravi. Vedrai che così nella vita non avrai alcun rimpianto. Anche perché secondo una vecchia massima, meglio vivere di rimorsi che di rimpianti.